La legge e la sua interpretazione: su «Il Bo Live» Zaccaria parla di ermeneutica giuridica

Schermata 2018-11-30 alle 17.17.23«Quando il tribunale dà torto alla scienza»: questo il titolo di un’intervista al professor Zaccaria pubblicata da Il Bo Live, portale online dell’Università di Padova. Ecco il testo.

Una legge, tante interpretazioni, con i tribunali che a volte riservano qualche sorpresa. E non solo quando si dibatte di questioni etiche: dal metodo Di Bella a Stamina, dai Vaccini a Xylella negli ultimi anni non sono mancati i casi in cui le sentenze si sono discostate, e non di poco, dalle posizioni della comunità scientifica. Perché questo accade? Lo chiediamo a Giuseppe Zaccaria, che all’ermeneutica giuridica – ovvero allo studio dell’interpretazione delle norme – ha dedicato la sua attività scientifica e che proprio su questo tema ha recentemente organizzato due giornate di studi che hanno visto la partecipazione di studiosi provenienti da tutta Italia.

Alle Galleria dell’Accademia in mostra «Il giovane Tintoretto»

MDanesin_Tintoretto_7947Il 7 settembre è stata inaugurata la splendida mostra su «Il giovane Tintoretto», realizzata alle Gallerie dell’Accademia in occasione del cinquecentenario della nascita del grande pittore. La mostra, cui ha collaborato l’ Università di Padova, testimonia la ricchezza culturale e la grandezza di un periodo irripetibile della storia veneziana. Qui a sinistra Giuseppe Zaccaria con Vittoria Romani, curatrice della mostra e sotto con Paola Marini, Direttrice delle Gallerie dell’Accademia.
(foto Matteo Danesin)

Orto Botanico, riflessioni sulla lotta alla tortura con l’ex ministro Flick

MARIAN - AGENZIA BIANCHI - PADOVA - LECTIO MAGISTRALIS GIOVANNI MARIA FLICKIn concomitanza con la Giornata mondiale contro la tortura, evento all’Auditorium  dell’Orto Botanico con Giovanni Maria Flick, ex presidente della Corte Costituzionale ed ex ministro di Giustizia, e con l’artista Franca Pisani, che ha donato all’Università di Padova una sua opera dipinta su tela di Lione e dedicata alla memoria della Shoah. Nella sua presentazione Giuseppe Zaccaria ha sottolineato la rilevanza della lotta alla tortura per opporsi alle più gravi violazioni dei diritti e della dignità umana e il ritardo dell’Italia, che solo nel 2017 ha approvato una legge contro la tortura, da moltiritenuta eccessivamente blanda.

«Storie» di Alumni: intervista al professor Zaccaria

IMG_4749Il professor Giuseppe Zaccaria «ospite» di Storie di Alumni. Ecco l’articolo integrale.

È fra i giuristi e filosofi del diritto italiani più importanti, a livello nazionale e internazionale, ed è fra i pochi studiosi del diritto a essere socio dell’Accademia dei Lincei. Professore di filosofia del diritto a Padova e in altri prestigiosi atenei italiani e europei, è stato Rettore dell’Università degli Studi di Padova dal 2009 al 2015. È proprio sotto il suo rettorato che è nata l’Associazione Alumni.

Zaccaria: «Io, studente di giurisprudenza nel ’68»

manifestazionePubblichiamo un ricordo del 1968, anno che cambiò il Paese e non solo, del professor Giuseppe Zaccaria, pubblicato su Il Bo.

Ho vissuto quello che sarebbe diventato il “mitico 1968” come studente dell’università di Padova. Studente di giurisprudenza, cioè di una facoltà non particolarmente aperta e politicamente “progressista”. Negli ultimi mesi del lungo rettorato (19 anni!) dell’ingegnere Guido Ferro, un fermo critico della democratizzazione degli organismi universitari, in un ateneo che nel giro di pochi anni da università d’élite era divenuta università di massa (da 10.000 a 30.000 studenti nel corso di otto anni!), si erano succeduti e intensificati numerosi eventi di protesta, di sciopero, di occupazione (“Battere il Ferro finché è caldo!” era uno degli slogan preferiti), che costrinsero il rettore a dimettersi. Soffiava impetuoso anche a Padova il vento del ’68, partito dai campus americani e dalla Sorbona di Parigi ed estesosi rapidamente in Italia con i movimenti studenteschi di Torino e di Trento.